Il senso della vita

Il senso della vita

Da ragazzo l’avvocato Gennaro Sansone si era chiesto spesso che senso avesse la vita, o almeno la sua vita. Giunse alla conclusione che non avesse alcun senso, o forse che la stessa domanda non avesse senso.

Amò la sua donna con tutto se stesso, ebbe una vita ordinaria ma piena di gioia, e si sentì appagato.

Verso i settantacinque anni scoprì di soffrire del morbo di Alzheimer, e la domanda gli si ripresentò. Decise di spendere i suoi giorni restanti per trovare una risposta. Cominciò a passare tutto il giorno a leggere, ad ascoltare musica, vedere film. Quando il sonno aveva la meglio su di lui, si addormentava esausto, con la vaga sensazione di essere vicino alla risposta.

Una mattina, dopo essersi alzato si sentì improvvisamente stanco, di una stanchezza innaturale. Si sdraiò sul divano, e si addormentò.

Non si risvegliò più.

0 commenti

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *