Improvvisamente nel vento

Improvvisamente nel vento

Soffiava un vento forte e gelido, ma lui se ne stava là, immoto, come se si fosse trovato nel salotto di casa sua a guardare il telegiornale.

Non fece una piega nemmeno quando cominciò a nevicare.

Solo i suoi occhi, ad un certo momento, sembrarono animarsi. Era entrato nel suo campo visivo un uomo alto, secco, con occhiali dalla montatura spessa, che veniva nella sua direzione. Gli passò davanti senza degnarlo di uno sguardo.

Improvvisamente si mosse, andando dietro a quello.

Dopo una decina di passi gli fu addosso, e con mossa noncurante gli infilò una perfida lama all’altezza del rene sinistro. Quello barcollò, ebbe un momento di esitazione, ma si afflosciò subito tra le braccia di lui. Lo lasciò scivolare a terra dopo aver estratto il coltello, che pulì rapidamente, facendolo sparire nella sua tasca sinistra, e si allontanò come se avesse un affare importante da sbrigare dall’altra parte della città.

0 commenti

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *