Mosche

Mosche

Quell’anno non vi fu pace nel reparto dove operava Eugen Gelroth.

Alla fine, verso novembre, Eugen si ritrovò anche indagato per la morte improvvisa di un uomo di sessant’anni che stava per essere operato.

Egli si consolò con un bel Campari Soda (*) e una fettina di salame. Poi mandò alla moglie un SMS di questo tenore: «Qui le persone muoiono come mosche».

Lei gli rispose scrivendo: «Anche qui, ma nessuno se ne accorge».

(*) pubblicità occulta

0 commenti

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *