Vita in declino

Vita in declino

Anders Cronbeck, taglialegna svedese di 18 anni, partecipò ad un quiz televisivo, nel quale vinse un bel po’ di corone, che in euro facevano circa 38.000.

Ovviamente si precipitò a comprarsi una motocicletta, potentissima, una Honda (pare), con la quale pensò bene di girare l’Europa, e — incredibile a dirsi — non si schiantò su alcun pilone di autostrada, come invece sarebbe stato lecito attendersi, e non ebbe alcun inconveniente di rilievo.

Tornato a casa, conobbe una ragazza bionda di nome Inga, studentessa di liceo, che due anni dopo lo sposò, e dopo altri tre anni lo rese padre.

A quel punto la fortuna di Anders cominciò a declinare: prima un malanno alla spalla, poi altri piccoli contrattempi, finirono per togliergli il buon umore.

Prese il vizio di bere, e non se lo levò più.

Cominciò a picchiare la moglie, e si accorse che gli piaceva, e anche qui prese il vizio.

Glielo tolse definitivamente il figlio Gunnar, dodicenne, che gli sparò sulla schiena col suo fucile da caccia, subito dopo l’ennesimo pestaggio.

Così finì, ingloriosamente, la vita di Anders Cronbeck.

1 commento

  • Lucky ha detto:

    Sempre stringato…. ma efficace. Bravo, Lucky

  • Lascia un commento

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *